Piazzale Falcone e Borsellino n.26, Trapani (TP)

Articolo Blog

L’igiene orale comincia a tavola

L’igiene orale comincia a tavola
16 nov, 2023
371
Salute e benessere

Ippocrate, padre della medicina, era solito dire: "fa' che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo". Una frase semplice, che oggi molto più di ieri, ci invita a riflettere sull’importanza della nutrizione per il nostro benessere e la nostra salute.

Il ruolo svolto dalla nutrizione va ben oltre quello di fornire all’organismo mero apporto energetico.

Basti pensare alla vitamina D, alleata preziosa delle ossa, dei denti e fondamentale per il corretto funzionamento del sistema immunitario.


Esistono alimenti che fanno bene ai denti e alimenti che fanno male ai denti. Se i bambini non seguono una alimentazione corretta, lo sviluppo e la salute dei denti potrebbe risentirne. Esiste infatti uno stretto legame tra quello che mangiamo e il benessere del cavo orale.


Oggi, l’alimentazione che segue la maggior parte delle persone è ricca di macronutrienti (carboidrati, lipidi e proteine) e povera di micronutrienti, quali magnesio, potassio, calcio e antiossidanti, che sono fondamentali per consentire i processi biochimici dell’organismo e proteggere le cellule dal danno ossidativo causato dai radicali liberi.

In riferimento ai denti e alle gengive, un regime alimentare non adeguato e povero di micronutrienti, può favorire la comparsa di patologie parodontali – soprattutto in associazione a una scarsa igiene orale –, influenzare la gravità del disturbo e rendere più difficile il processo riparativo dei tessuti.


Il consumo di quali alimenti o nutrienti favorisce la comparsa di disturbi dentali e/o gengivali e perché?


Sicuramente il consumo di zuccheri semplici e carboidrati può favorire lo sviluppo della malattia parodontale e delle carie dentali.

Lo stesso accade con le diete che promuovono picchi glicemici post prandiali, o ad alto introito di grassi saturi di origine animale, responsabili della formazione di radicali liberi, la cui azione può danneggiare l’integrità della mucosa orale.

Bisogna inoltre ricordare che l’alimentazione odierna, dove il consumo di cereali integrali, legumi e pesce fresco è molto basso, è una dieta povera di Omega3 e invece molto ricca di Omega6, molto utilizzati nell’industria alimentare per la produzione soprattutto dei derivati delle farine (biscotti, cracker, merendine: alimenti morbidi e appiccicosi che si attaccano facilmente ai denti, aumentando così la crescita batterica e, quindi, favorendo il probabile sviluppo della carie).

Per correggere questo squilibrio non è sufficiente aumentare l’apporto di Omega3, è necessario soprattutto ridurre l’apporto degli Omega6.

Lo squilibrio tra Omega3 e Omega6 introdotti con l’alimentazione può infatti innescare processi infiammatori e rendere meno efficiente la risposta del sistema immunitario all’azione dei patogeni, compresi i batteri presenti nel cavo orale e responsabili di carie e patologie gengivali.


Quali alimenti è invece consigliato consumare per promuovere la salute di denti e gengive?


Oltre al consumo bilanciato di Omega3 e Omega6, di importanza fondamentale per il benessere e la salute dei denti e gengive è anche il consumo di vitamine, tra cui la D e la C, di sali minerali, in particolare calcio, magnesio e di antiossidanti.

Più che un singolo alimento è l’intero regime alimentare seguito dalla persona nel suo complesso ad avere un’influenza sullo stato di salute di denti e gengive.

In ogni caso, per promuovere lo stato di benessere e di salute orale, nonché generale, è raccomandato il consumo di:

  •     verdura fresca e di stagione soprattutto se cruda
  •     frutta fresca e disidratata (es. uva sultanina) anche se con moderazione a causa della presenza di zuccheri semplici
  •     frutta oleosa e a guscio come noci, nocciole e mandorle
  •     pesce fresco e azzurro, perché ricco di Omega3
  •     legumi
  •     cereali integri (non pasta integrale che ha comunque perso nella lavorazione molti nutrienti e minerali ma i chicchi interi come orzo,farro, miglio, grano saraceno, quinoa, risi integrali)
  •     acqua ad alto residuo fisso
  •     e per chi non ha patologie per le quali è utile evitarli, anche il latte e derivati, per la presenza di calcio e il buon apporto proteico


La masticazione di frutta e verdura cruda e, in generale, di cibi sodi e ricchi di fibre rafforza il legamento parodontale (legamento che sostiene il dente), incrementa la densità dell’osso alveolare adiacente alle radici e facilita l’autodetersione, stimolando la salivazione.


Per quel che riguarda le carie gli alimenti possono essere classificati come:

  • Cariogeni: alimenti lesivi per i denti e che aumentano significativamente il rischio di carie, come i cibi acidi (succhi di frutta, bibite gasate e zuccherate) e gli zuccheri semplici o ranati come miele, fruttosio, carboidrati, pane e dolci;
  • Cariostatici: alimenti ad azione neutra che non hanno effetto diretto sulla carie. Tra questi ci sono la maggior parte delle verdure cotte e morbide, i cibi proteici come carne e pesce, i formaggi freschi e le uova;
  • Anticariogeni: alimenti che contrastano la formazione della carie, come frutta, verdure crude, formaggi stagionati, latte, acqua, cibi di consistenza elevata, da masticare, fibrosi e poco adesivi.

Un altro alimento anticariogeno utile per la salute dei denti è il chewing-gum senza zucchero. Tuttavia, le gomme da masticare non sostituiscono in alcun modo una corretta igiene orale con spazzolino e dentifricio.


Riassumendo si consiglia:

  •     Seguire una dieta equilibrata e nutriente ricca di cereali, frutta, verdura, proteine e latticini dal basso contenuto di grassi
  •     Controllare le etichette dei cibi per individuare la presenza di "zuccheri nascosti"
  •     Ridurre la quantità di spuntini tra un pasto e l'altro
  •     Consumare spuntini sani, come frutta e verdura fresca, frutta secca, yogurt
  •     Mangiare cibi zuccherati solo a fine pasto o prima di lavare i denti, piuttosto che consumarli nell'arco della giornata
  •     Bere acqua al posto di bibite gassate e succhi di frutta, entrambi ricchi di zuccheri
  •     Evitare i cibi zuccherati e caramelle appiccicose, gommose, bibite gassate ed edulcorate
  •     Eseguire un’igiene orale domiciliare puntuale e accurata
  •     Sottoporsi a controlli periodici programmati per l’igiene orale


Hai dubbi che la tua alimentazione possa aver danneggiato la salute della tua bocca, contattaci per un consulto e saremo lieti di aiutarti.

Richiedi un appuntamento

Tutti i membri del personale del nostro studio dentistico a Trapani sono professionisti abilitati. Il nostro staff è composto da dentisti, chirurghi e personale di assistenza qualificati.

"Il derubato che sorride, ruba qualcosa al ladro."
William Shakespeare